Reparti

E’ in un ambiente più giocoso che il bambino avrà ad arricchire le successive informazioni e per questo che il monitor farà passare il bambino nuotatore da diversi reparti.
1° Tappeti di grandi dimensioni
Ecco la prima scoperta della linea di galleggiamento. La perdita di appoggio plantare , tappetti di grandi dimensioni permettono passeggiate seduti, in ginocchio, sdraiato, in piedi, e le azioni motorie delle gambe e delle braccia per spostare il tappeto nella piscina
2° Il polistirolo
Con un polistirolo sotto ogni braccio; il bambino può mantenere l’equilibrio verticale e scoprire le prime sensazioni autonome di galleggiamento. In primo luogo in piedi, poi gradualmente allungato sulla pancia e sulla schiena
3° Due fritte
Molto sicuri due fritte permettono equilibri vari e giocosi
4° Bracciali
Spesso gli adulti mettono i bracciali ai bambini per rassicurarsi. Il bambino può muoversi, dove non cammina, ma le attrezzature non facilitano il movimento delle braccia e non aiutano a orizzontalità. Non immaginate la situazione in cui possono bucare durante una partita senza che il bambino se ne accorga. La vigilanza è ancora necessaria in particolare per garantire che il bambino non si le ritira
5° Costume da bagno salvagente galleggiante
Il corpo si inclina leggermente in acqua. Il bambino può muoversi a grandi profondità. I bracci sono liberi di tutti i movimenti. Polistiroli che racchiudono l’intero corpo forniscono un assetto alla perfezione. I polistiroli che sono sotto le ascelle non danno fastidio al bambino le cui braccia sono sollevate nel processo d’immersione nella ricerca della propulsione (in acqua il bambino non ha le braccia lungo il corpo come sulla terra).
Il costume da bagno con galleggiante salvagente aumenta il volume dell’acqua spostata, senza modificare il peso effettivo del bambino nuotatore
Quindi, il suo peso apparente diminuisce e questo permette al bambino di avere una maggiore galleggiabilità
Si ricorda che quando si mette un tuffatore in acqua, due forze sono messi in gioco: il suo peso reale che tende a affondarlo e la spinta dell’acqua
Il peso del tuffatore è chiamato peso apparente , è uguale al peso effettivo del tuffatore ridotto della spinta dell’acqua.
6° La fritta
Come l’U permette varie scoperte di equilibrio quando è utilizzata in diverse situazioni(tra le gambe, sotto le spalle, dietro la testa)
In queste prime scoperte dell’equilibrio potete associare il costume da bagno galleggiante salvagente per mantenere il bambino sicuro in caso di perdita del accessorio. Le fritte sono piazzate sotto le braccia o sotto il collo permettono movimenti combinati delle braccia e gambe
Il costume da bagno salvagente è un aiuto di galleggiamento e può fornire una certa sicurezza (in caso di perdita delle fritte) . indossandolo il piccolo bagnante evita la fatica (soprattutto nei giochi collettivi.)
7° Sotto il corpo, mantiene il bambino orizzontale alla superficie, permettendo un nuovo equilibrio e azioni motorie delle gambe. Tuttavia non mette il bambino al sicuro (può facilmente scivolare)
E più sereno il bambino nuotatore che ha un costume da bagno galleggiante, ed è alla fonte dei piaceri dell’acqua, della sicurezza e serenità. Il costume da bagno galleggiante salvagente Petite Source e coerente in attività di nuoto con le norme EN 1313861(novembre 2003) rispetto agli aiuti al galleggiamento per l’istruzione di nuoto
Questa tavola si terra a debita distanza in modo graduale. Prima le braccia e gli avambracci sul bordo poi l’avambraccio solo per finire con quello tenuto a debita distanza.
Il riparto con la tavola chiede un rilassamento in acqua per mantenere un corpo orizzontale e anche la testa(lo sguardo in profondità
8° Cinture
Non è facile trovare la dimensione corrispondente. Sistemi di chiusura non sono sempre affidabili. La fibbia si apre troppo facilmente. E anche molto facile per i bambini a sbarazzarsi delle cinture, e quindi richiede una certa vigilanza
9° Il Toboga
Quando il bambino sarà più esperto, cercherà di prendere il toboga. L’attività di bambino nuotatore è molto buona per sviluppare le capacita motorie, l’autonomia e la fiducia in se stessi. E praticata in un ambiente appositamente riscaldato a 31° in compagnia del maestro nuotatore lavorando in stretta collaborazione con i genitori. Le sessioni di nuoto per neonati durano quindici minuti se il bambino ha meno di diciotto mesi e trenta minuti da due anni.

 

Copie_de_dcp_2028   Copie_3_de_dcp_2051
  Copie_2_de_dcp_2059